TENTATO OMICIDIO E MALTRATTAMENTI ALLA MOGLIE ASSOLTO

E’ stato assolto il cinquantaseienne tunisino chiamato a rispondere di tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie. Questa la sentenza della Prima sezione penale del Tribunale, a conclusione del processo che lo vede prosciolto da entrambe le accuse “perché il fatto non sussiste”. Non sono emersi infatti, riscontri alle accuse imputabili all’uomo. Ad avvalorare la tesi della difesa, rappresentata dall’avvocato Daniela Chillè, anche alcune testimonianze. Due richieste differenziate presentate dal Pubblico Ministero: una per l’accusa di tentato omicidio per la quale aveva chiesto l’assoluzione, l’altra riguardante il reato di maltrattamenti per il quale aveva invocato la condanna a due anni. A decidere per l’assoluzione, i giudici che, al termine della camera di consiglio, hanno disposto anche la cessazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento.