Salvatore Mondello

Grazie a un finanziamento di 18milioni e 700mila euro l’area dell’ex macello di Messina si trasformerà in un innovativo affaccio a mare che restituirà ai messinesi uno spazio da sempre negato. Attività ricettive, attracchi turistici, prati e aree attrezzate, ma anche una biblioteca di quartiere ed alcuni spazi espositivi, una sala per incontri culturali, convegni, presentazione di libri e concerti. Alcuni vecchi capannoni verranno abbattuti per dare spazio a parcheggi e aree di sosta. Un territorio che cambierà volto verrà restituito alla fruizione dei messinesi anche grazie alla nuova via don Blasco che consentirà di tastare con mano il progetto di riqualificazione urbana pensato e messo su carta dall’assessore.

share on: