ESERCITAZIONE SISMA SULLO STRETTO

Da domani mattina sino a domenica 6 l’esercitazione nazionale di protezione civile sul rischio sismico “Sisma dello Stretto 2022” Arrivati al PalaRescifina mezzi e uomini della Protezione Civile nazionale per l’esercitazione in programma nel nostro ed in altri Comuni delle province di Messina e Reggio Calabria. Sarà l’occasione per verificare la nostra struttura di protezione civile nell’ambito dell’attività esercitata,“SISMA DELLO STRETTO 2022” é promossa e organizzata dal Dipartimento della Protezione civile; all’iniziativa del Dipartimento nazionale hanno aderito le Regioni Sicilia e Calabria e tra i Comuni anche quello di Messina. Lo scenario prevede la simulazione di un terremoto di magnitudo 6 verosimilmente capace di innescare effetti ambientali a terra, come frane e liquefazioni, e fenomeni di maremoto che potenzialmente interesserebbero numerose località costiere, tra cui il Comune di Messina. Nell’ambito dell’esercitazione domani, venerdì 4, verrà testato il sistema di allarme pubblico IT-alert per l’informazione dei cittadini attraverso la tecnologia cell broadcast, attualmente in fase di sperimentazione.


Nello specifico, i telefoni cellulari di coloro che si trovano nelle aree potenzialmente coinvolte dall’onda di maremoto potrebbero ricevere, dopo le ore 10, un messaggio di test, introdotto dal disclaimer “ESERCITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE”, accompagnato da una suoneria dedicata. Seguirà un secondo messaggio con l’avviso della conclusione del test. Sempre domani è previsto dalle ore 17 sino alle 22, un’attività esercitativa da parte dei vigili del Fuoco con simulazione di un soccorso nel villaggio di Giampilieri e della relativa ricerca di persone disperse con unità cinofile e altri mezzi. “Al fine di non creare allarmismi ed eventuali disagi, si informa la popolazione – spiega l’Assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli – che domani negli orari concordati si registrerà il distacco della pubblica illuminazione nella parte alta del villaggio di Giampilieri, dove si trova il canalone sopra piazza Pozzo, interessata dall’esercitazione. Il resto del villaggio invece non sarà coinvolto e ognuno potrà proseguire le proprie attività con normalità. Si invitano infine i cittadini non interessati dalle prove a non invadere il campo perimetrato dall’esercitazione attorno alla quale vigeranno i divieti di sosta per consentire il parcheggio dei mezzi impiegati per lo svolgimento dell’evento”.